E’ risaputo che per vivere bene, oltre ad uno stile di vita sano, bisogna praticare una buona attività fisica. Lo sport rappresenta un momento di svago, ma allo stesso tempo è un momento importante per la crescita sin da bambini. Grazie ad esso possiamo relazionarci con i nostri coetanei, condividere un obiettivo comune e migliorare le condizioni di vita in termini di salute. Negli ultimi decenni, il tennis è diventato uno sport molto seguito e praticato, tra i più popolari dopo l’intoccabile calcio. Oltre 1 milione di italiani pratica regolarmente (fonte Istat) tale attività, anche perché si tratta di uno sport senza limiti temporali, adatto sin dall’infanzia sino alla terza età. Non sono infatti rari i casi di persone anziane che ancora si divertono a giocare a tennis, un connubio di salute e divertimento. Gli esperti definiscono il tennis uno sport aerobico-anaerobico alternato, in cui si passa spesso di una fase di scatto a una in cui l’attività è meno frenetica (come nel calcio). Praticare il tennis da benefici all’apparato cardiovascolare (cuore, polmoni e arterie) su cui incide positivamente durante la fase di aerobiosi, sia sullo sviluppo e sul tono della muscolatura nei periodi di anaerobiosi. Proprio sui benefici vascolari si sono concentrati diversi studi universitari. Una ricerca ha monitorato oltre 80 mila adulti di oltre 30 anni di età valutando il legame tra la pratica di 6 diverse discipline sportive e il rischio di morte. Dalle analisi è emerso che il rischio di morte per malattie cardiovascolari, confrontato con chi non fa sport, è risultato del 56% più basso fra i tennisti, del 41% inferiore fra i nuotatori e del 36% più basso fra u cultori dell’aerobica. Che si tratti di campioni affermati come Federer e Nadal o amatori che si dilettano nel fine settimana, l’incubo di ogni appassionato di questo sport è il cosiddetto “gomito del tennista”. Si tratta di una forma di tendinite che provoca un caratteristico dolore all’esterno del gomito, spesso causato da uno sforzo eccessivo a carico di muscoli e tendini dell’avambraccio. Se non curato in modo appropriato, può provocare perdita di funzionalità e mobilità del braccio costringendo chi ne soffre all’intervento. Piccoli e adulti, in singolare o doppio (anche misto), il piacere di sfidarsi a colpi di racchetta non conosce limiti di età o ostacoli. Il tennis è uno sport completo e allo stesso tempo divertente, senza particolari controindicazioni e dai numerosi benefici fisici e mentali.

 

Call Now Button