Secondo uno studio recente i nonni che si prendono cura dei nipoti, aiutando i propri figli con i bambini, hanno maggiore probabilità di vivere più a lungo rispetto agli altri anziani. Invecchiare bene vuoi rimanere fisicamente attivi, socialmente impegnati e stimolati cognitivamente. Ecco perché occuparsi dei nipotini può essere un’attività ideale a mantenersi giovani nonostante il passare degli anni. Ne parliamo con la dottoressa Katia Rastelli, psicologa di Humanitas. I ricercatori hanno esaminato i dati di oltre 500 persone di età pari o superiore a 70 anni, scoprendo che gli anziani che hanno prestato assistenza, sia per i loro nipoti che per gli altri, hanno abbassato il proprio indice di mortalità per un periodo di 20 anni rispetto a quelli che non hanno aiutato gli altri. Il nodo della questione è da riscontrare nella capacità di riduzione lo stress che è legata a tutte le attività altruistiche fra cui anche il prendersi cura degli altri. Occuparsi dei più piccoli inoltre rende necessaria una certa mobilità che impegna non solo la mente ma anche il corpo che in questo modo si mantiene più giovane. “Per invecchiare bene serve una buona capacità di dare e ricevere aiuto e affetto – ha commentato la dottoressa Rastelli -.Se poi aggiungiamo anche il fatto che gli scambi comunicativi, il confronto, la riflessione servono per mantenere efficienti le funzioni cognitive superiori (attenzione, concentrazione, memoria, capacità di risolvere i problemi), il consiglio che si può dare è quello di trascorrere più tempo possibile in compagnia di persone piacevoli. Il mantenersi attivi, negli scambi sociali, implica inoltre due concetti fondamentali:
l’autoefficacia, ossia la percezione, l’idea che ho di essere bravo e capace nel fare le cose, e l’autostima, ossia il valore che do a me stesso. E sono due concetti strettamente collegati. Se mi sento utile, valido, se posso dare una mano con le mie competenze e capacità ma soprattutto se qualcuno mi apprezza, manterrò una buona idea di me, nonostante magari gli anni che avanzano e gli acciacchi che si fanno sentire. Ben venga allora quel meraviglioso, scambio fra nonni e nipoti che, oltre ad essere una indubbia risorsa economica e sociale di appoggio per le famiglie, permette ai bambini di imparare cose nuove e ai nonni di mantenersi attivi e partecipi attraverso il passaggio generazionale”.

Call Now Button